DIA DE : TEKTITI

Tra tutte le strategie quella ideale è perseguire gli obbiettivi più semplicemente raggiungibili.Le persone sempre più,si giocano il presente,come valore assoluto.Noè sperimentali,pionieri del prossimo diluvio,si affidano al mare,sulle loro loro zattere improvvisate,su gommoni fatti di chewing-gum riciclati,e su imbarcazioni che chiedono di naufragare,viaggiatori della disperazione a caccia di un mito.In una regione del Libano,sparse qua e là,sono state trovate e analizzate,anomale roccie “ialine”, dette “tektiti”,nelle quali sono stati scoperti isotopi radioattivi di alluminio e berillio. Potrebbero venire da un pianeta scomparso,il quale viaggiava in orbita tra Marte e Giove(Quindi Merco). Le “tektiti”,non possono altro che essersi formate,se non sottoposte a temperature altissime o sottoposte a potenti radiazioni nucleari. Le facoltà superiori di cui disponi,si sono evolute con uno scopo.Questo scopo deve aver a che fare con la consapevolezza. Lo scopo ha una direzione. Avendo una direzione, deve avere un direttore.Se segui il corso,senza creare grossi problemi a chi insegna,non dovresti finire in direzione.Meglio portare una nota a casa.Meglio il sol del mi fa.La freccia del tempo,ha una intenzione; va dalla semplicità alla complessità.Dal semplice al complesso;dal folk all’avantjazz;dall’assenza di brainstorming continuo,al complesso di colpa.Dal complesso di polpa,all’anoressia.Omicidio,tradimento,furto,i reati che appartengono al dominio delle leggi civili,sono attuati da bestie,da umani in apparenza o anime con scarsa evoluzione.Il dogma non serve,è generatore di paradossi,imbattendoti in un paradosso,significa che la base logica del tuo dogma non funziona più.Di giorno il vento può durare;di notte si placa.Le guerre sono combattute per un solo giorno di gloria.Sei vittima di una tendenza quando sei troppo teso alla spiritualità,cioè quella di bandire l’agire nella tua vita.I saggi dicono che si muore da una coscienza psicologica,per rinascere ad una nuova coscienza cosmica.L’Atropa Belladonna è una pianta perenne,il suo principio attivo è l’atropina,contenuta nel frutto,nella radice e nelle foglie.L’assimilazione per via orale causa nausea e vomito,come conseguenza dei suoi componenti accessori;cosicchè le streghe,durante i sabba,ne preferivano l’assorbimento per via cutanea.Il principio attivo penetra facilmente,attraverso cute e mucose,per mezzo di pomate e unguenti e anche per via polmonare,attraverso il fumo.Dopo duemila anni di presunta civilizzazione,la coppia monogamica,è finita in frantumi,a causa del prevalere del principio di autorealizzazione; di ciò, il mondo virtuale,con l’affermarsi dei social network, è un promotore preponderante. Sei nominato, signore dei flussi. Obregado!.