DIA DE : DZVAN

Negli ingredienti dei miti,si trovano vitamine per l’anima.Il “libro dei Dzvan”sarebbe il più antico dell’umanità e narra la storia delle origini dell’uomo,in cui la prima razza umana gigante,sarebbe apparsa nell’era secondaria.Le stelle, nelle loro traiettorie simpatizzano per l’uomo giusto.Gli alti commissari,decisero che la misura più efficace per il Pianeta Terra,fosse di inviare costantemente ai frammenti suoi satelliti,per preservarne posizione ed equlibrio, vibrazioni sacre dette “askokinns”. L’uomo sarebbe dotato di organi che emettono onde psichiche,allo scopo di conservare la stabilità del cosmo.Tutte le tue religioni non sarebbero altro che il ricordo degenerato della sua funzione primordiale:partecipare all’equilibrio delle energie cosmiche. Questa è la funzione dall’anima.Il tuo televisore cambia canale mentre non lo stai osservando.Nemmeno il passato si definisce,molto tempo dopo che è passato.Le tecniche di vendita,sono le stesse utilizzate nei comizi,o nei comix,che è la stessa cosa.Ogni tanto è giusto concedersi un gesto egologico.Si combatte contro il packaging inquinante.Ogni tessuto umano nelle sue diverse ubicazioni,riceve le frequenze dell’ultrarosso(da 2,5 Hz a 160 Hz).Informando i tessuti biologici delle loro frequenze corrette,la patologia può regredire.Campi oridinatori invisibili hanno potere causale,in quanto matrici delle forme e del comportamento:sono esenti da limiti spaziotemporali e richiamano la memoria e la coscienza dello spazio tempo. La natura dimostra di essere in grado di produrre in ogni momento,fenomeni non previsti,ottenendo risultati grandiosi anche con un apparente minimo dispendio di energia.Sai che ogni elemento è composto da una unità invariabile,l’elettrone: devi di conseguenza affermare che la mente è potenziale nell’unità di materia,l’elettrone stesso. Un elemento chimico percepisce le differenze qualitative di un altro elemento,manifestando piacere o repulsione al suo contatto,comportandosi di conseguenza e manifestando una intenzione.Esistono indizi,sottoforma di reperti di crani umani,come già nella preistoria vi fossero praticoni neurochirurgici capaci di intervenire nella testa di appartenenti al proprio clan (Boia d’un clan):talvolta per fini di natura magica praticavano una piccola apertura,che sollecitavano meccanicamente,o con il calore,per stimolare il cervello,o introducendo droghe,al fine di ottenere crisi convulsive,allucinazioni,o stati d’estasi (o d’esta no).Pretendere di essere vittima dell’odio altrui è in se stesso,un atteggiamento carico d’odio.Fino a quando le tue capacità non sono completamente sfruttate,non è possibile ottenerne altre; questa è una legge, la quale vale per tutti i livelli dell’essere. La massima rettitudine, sembra storta. Hi!.