DIA DE: EUROSNOB

Quando gli anni vengono accumulati,le pareti della cameretta diventano baluardi inadeguati a respingere il mondo. Nel tuo futuro,i riferimenti del passato muteranno sensibilmente coordinate.Si esige democrazia,rifuggendo l’uguaglianza.Le generazioni rivoluzionarie,si trasformano in elitè imbalsamate.Contestatori da salotto tornano a casa con alcuni euro di rabbia,piegati sotto il braccio.E’ in atto la rivoluzione passiva degli “eurosnob”,immersa in una indignazione solitaria.Sei consapevole di sottostare ad una dittatura occulta della finanza.Quando la speranza tramonta,sorge l’esasperazione.L’esasperazione produce terrorismo.La libertà,con cui tutti si riempiono la bocca ed il cuore ingannato,è un elemento precario.La libertà,così dalla bocca al cuore,passa all’intestino.Non si incontrano persone indignate per le proprie bassezze.Le piccole storie umili,anonime, relegate negli interstizi delle tragedie,sembrano destinate all’oblio,ma possono diventare un grande evento storico o di rottura,a causa di un effetto di accumulazione.Sono ambigui i rapporti tra le religioni e le loro istituzioni e stati totalitari. Il paesaggio va peggiorando a velocità inusitata.Il rock,è una disciplina in crisi profonda;le case discografiche preferiscono investire sulle comete canterine,lanciate dai programmi televisivi.E’ di moda nascondersi,nei panni altrui.La scelta dell’abito è divenuta una maschera,con la quale gli individui,si cuciono vite addosso.Non c’è stata un’unica folgorazione sulla via di Damasco;anche tu,hai infilato le dita nella presa di corrente e hai scoperto che Dio,ha una natura elettrica,troppo superiore a quella tollerabile dall’uomo medio,mediocre,ocre o terredisiene.Gli umani sono come bambini sulla giostra dei cavalli,dove si sorride per rendere contento qualcuno e fare ciao-ciao,con la manina.Il sogno della fuga americana “On the road”,s’è schiantato contro il muro di una banca.La vera lezione è quella che la sofferenza ti ha invitato a studiare.Non è vero che i diamanti siano poi i migliori amici,solo delle donne.Le esagerazioni sono brutte,ma vendono.Persone reduci da vite durissime,di abnegazione, senza egoismo,non manifestano desiderio di libertà.Imbroglioni di loro stessi,si sono camuffati alla meno peggio.Il sogno americano va liquefacendosi e non è in grado di riparare i danni,causati dalla progressione illusoria della attuale filosofia capitalistica.Per ripartire non basta sostenere l’economia,occorre un progetto culturale.La battaglia si gioca tra chi prova ancora qualcosa e chi è affogato in un cinismo imperante;tra chi si mette in gioco e chi gioca di rimessa.L’eroismo è da cretini,la vigliaccheria è scomoda. Tutte le affermazioni di natura politica sono solo occupazione abusiva,di suolo mentale.

Jumbo!